Proteggere le tubature e il contatore dell'acqua dal gelo

Inviato da Andrea Rinaldi il Sab, 03/11/2018
Contatore dell'acqua e gelo

Con l'arrivo dell'Autunno è ora di verificare se il tuo impianto idrico è ben protetto dal gelo. L'acqua nelle tubature non protette può infatti gelare e causare importanti danni al tuo contatore dell'acqua e all'impianto.
In questo post vedremo quali sono i più importanti accorgimenti per proteggere il tuo impianto idrico dal freddo invernale.
Iniziamo.


Individuare le tubature a rischio di congelamento

L'acqua nelle tubature esposte al freddo può congelare. Questo può causare 2 problemi :
ostruzione : il ghiaccio blocca il flusso di acqua nei tubi
rottura delle tubature : l'acqua, quando si trasforma in ghiaccio aumenta di volume. Questo determina una pressione sulle tubature, che può arrivare a romperle. Più le tubature sono vecchie e logore, maggiore è il rischio di rottura.

In entrambi i casi ti ritrovi senza più fornitura di acqua. Nel caso di rotture delle tubazioni dovrai anche provvedere alla loro riparazione.
Anche il contatore dell'acqua corre gli stessi pericoli. Le spese per la sua sostituzione sono a tuo carico, per cui è importante che lo proteggi dal freddo.

Sono a maggior rischio tutte le tubature che si trovano all'esterno o posizionate in locali non riscaldati (es. magazzino, garage, cantina). Le tubature che si trovano nei muri esterni della casa sono a maggior rischio di quelli che scorrono all'interno.
I contatori, generalmente posizionati all'esterno dell'edificio, sono le strutture più a rischio. 


Proteggere le tubature dal gelo

Ci sono diversi accorgimenti per proteggere il tuo impianto idrico dal gelo.

1) svuotare l'impianto: in caso di assenze prolungate è utile svuotare l'intero impianto. Se non contiene acqua non ci sono pericoli di subire danni. Devi chiudere la valvola di intercettazione, che si trova subito dopo il contatore.
A questo punto devi svuotare l'acqua rimasta nelle tubature. Ti basta aprire i rubinetti di alcuni lavandini e lasciare uscire acqua fino a quando il flusso di acqua si esaurisce completamente.
E' opportuno anche svuotare le cassette del wc. 

2) coibentare
In passato era molto di moda usare lana vetro o stracci. Purtroppo questi isolanti quando si bagnano perdono il loro potere isolate. Attualmente sono disponibili guaine di poliuretano che possono essere facilmente applicate ai tubi.
Nel caso del contatore è opportuno anche rivestire con pannelli di polistirolo l'interno del vano che lo ospita.

3) far scorrere l'acqua
E' uno dei rimedi più vecchi, ma sempre attuale. L'acqua per gelare deve rimanere ferma all'interno del tubo. Creando un piccolo flusso l'acqua non ha tempo di gelare, perché viene continuamente sostituita da nuova acqua proveniente dall'acquedotto. Per questo motivo, nelle notti più fredde, è opportuno lasciare un rubinetto aperto.

4) sistemi antigelo
Sono delle resistenze, che si avvolgono intorno alle tubature. Generano calore, sfruttando l'energia elettrica, impedendo così ai tubi di raffreddarsi e gelare.
Vengono usate per le tubature che si trovano all'esterno (tubature del contatore e della caldaia).
Sono più complesse da installare. Richiedono infatti una presa di corrente in prossimità delle tubature da riscaldare.


Conclusioni

Il freddo può causare danni e disservizi importanti al tuo impianto idraulico.
Intervenire nel momento dell'emergenza non ti garantisce di proteggere adeguatamente il tuo impianto. Inoltre le soluzioni di emergenza non sono mai quelle ottimali, per cui spesso devi fare il lavoro due volte (o anche di più).
Approfitta di un periodo ancora relativamente caldo per pianificare e poi realizzare le soluzioni più adatte alla tua abitazione in collina.

Etichette

Aggiungi un commento